logo-lega-nazionale
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su YouTube Seguici su Instagram

Virtus, rinnovo biennale per Massimo Chessa

Inserita giovedì 6 luglio 2017

La Pallacanestro Virtus Roma comunica di aver raggiunto l’accordo per il rinnovo contrattuale di Massimo Chessa. La guardia sassarese classe 1988 ha sottoscritto un contratto biennale dopo aver fatto registrare nella sua prima stagione romana i massimi in carriera in ogni voce statistica.

Dopo le esperienze con le maglie di Sassari, Biella, Verona, Torino e Trapani, infatti, Chessa si è dimostrato da subito uno dei punti fermi dell’attacco di coach Fabio Corbani grazie alla sua pericolosità offensiva, chiudendo la stagione regolare con 13.5 punti e 3.4 assist in 30 minuti di gioco. Cifre che sono migliorate nei playoff, quando nelle quattro gare con Ravenna la guardia sarda è salita a 16.7 punti con 4.2 assist.

Chessa si va aggiungere ai contratti in essere di capitan Maresca, Landi, Baldasso, Vedovato, Benetti e Donadoni.

 

Questo il commento di coach Fabio Corbani sul prolungamento di contratto del giocatore: «La conferma di Chessa è un importante segnale di continuità visti anche i giocatori che già abbiamo sotto contratto, e di questo voglio ringraziare personalmente l’Ing. Claudio Toti e Simone Giofrè che si sono adoperati per fare in modo che la trattativa andasse a buon fine. Voglio ovviamente ringraziare anche Massimo, che è un giocatore che mi ha dato grande soddisfazione allenare nella scorsa stagione, per averci nuovamente scelto dopo lo scorso anno: è un bel segnale di fiducia perché dopo un anno passato insieme al club ha deciso di rimanere con noi».

Felice Massimo Chessa per il raggiungimento dell’accordo: «Sono molto contento di rimanere, volevo capire se potevo essere di nuovo al centro del progetto della Virtus e la società e il coach mi hanno fatto sentire di essere importante, quindi provo grande soddisfazione nel poter rimanere qui per i prossimi due anni. La passata stagione è stata positiva e abbiamo tutte le intenzioni di fare anche meglio nella prossima».