logo-lega-nazionale
ACEA
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su YouTube Seguici su Instagram

La Virtus Velletri a 20 anni dalla fondazione sceglie il nome JUMPY per la sua mascotte

Inserita sabato 12 marzo 2016
velletri

La mascotte della Virtus Velletri si chiamerà “Jumpy”, nome scelto da Lucia Spoletini della scuola elementare “Marcelli” e premiato dal concorso indetto dalla società gialloblu nell’ambito del progetto “Virtu(s) tra sport e salute”, che ha coinvolto gli oltre 3500 bambini di tutti e quattro i circoli didattici delle scuole elementari di Velletri con un tour per la consegna dell’omonimo volume su alimentazione e attività fisica, firmato dal dottor Roberto Curcuruto e realizzato dalla Virtus Basket Velletri con il sostegno del ristorante McDonalds di Velletri. La fase finale dell’iniziativa prevedeva la scelta del nome della mascotte della società cestistica gialloblu ad opera proprio dei bambini, che hanno risposto in massa inviando nei mesi scorsi oltre 500 proposte. La giuria, formata da rappresentanti dei quattro circoli scolastici, della Consulta dello Sport e da dirigenti della Virtus, ha dapprima selezionato 10 finalisti e poi, mercoledì 9 marzo nel ristorante McDonalds di Velletri, ha scelto come vincitrice assoluta Lucia Spoletini della scuola elementare “Marcelli”. Lucia aveva proposto “Jumpy” e sarà questo d’ora in poi il nome della mascotte della Virtus Velletri, che ha voluto realizzarne un piccolo esempio per l’occasione a cura di Laura Pezone. A Lucia Spoletini è andato il weekend per l’intera famiglia nell’Hotel Miramonti di Prati di Tivo al Gran Sasso d’Italia, a consegnare il premio il responsabile della struttura Aldo Lotti che ha dato appuntamento a tutti i presenti al consueto camp estivo della Virtus che si terrà anche quest’anno nel mese di luglio (tutte le info sul sito www.virtusvelletri.it). Agli altri finalisti il ristorante McDonalds di Velletri ha offerto un Happy Meal di consolazione, anche perché tutti hanno dimostrato grande fantasia e voglia di fare e meritano anch’essi la citazione e un ringraziamento: Edoardo Felici e Silvia Bastianelli della scuola “Pratolungo”; Francesco Marinelli della “Aurelio Mariani”; Chiara Ricci, Alessia Cambi, Melissa Ferrante e Giorgia Taddei della “Marcelli”; Leonardo Mastrogirolamo di “Colle Ottone” e Federica Di Donna di “Colle Palazzo”.

All’evento hanno preso parte il presidente della Virtus Velletri Maurizio Prosperi con il general manager Claudio Valentini e parte dello staff tecnico, nonché il dottor Roberto Curcuruto, mentre a fare gli onori di casa ci ha pensato Pamela Tarantino, supervisore del ristorante McDonald’s di Velletri, che ha elogiato “il grande entusiasmo” rilevato nell’iniziativa, dicendosi contenta di aver partecipato per la piacevole sinergia riscontrata e lanciando allo stesso tempo la possibilità di nuove collaborazioni future.

Un’iniziativa che mira, attraverso il libro “Virtu(s) tra sport e salute” ad informare anche i più piccoli su cosa fare per mangiare meglio e controllare il proprio peso, soprattutto quanto ci si dovrebbe muovere durante il giorno per mantenere uno stile di vita sano. Lo sforzo messo in piedi dalla Virtus Basket Velletri è coinciso con una ricorrenza speciale per la società, che il 25 febbraio ha festeggiato i suoi primi 20 anni. In quella data del 1996 i 10 i soci fondatori si presero l’incarico di dare nuovo slancio all’attività cestistica in uno stretto connubio tra Velletri e Lariano, pensando prima di tutto ai piccoli e ai giovanissimi, fino a crescere ai livelli attuali che vedono la società gialloblu primeggiare in Serie C Silver.

Un doveroso ringraziamento va a quanti si sono spesi per l’avvio e, negli anni, per la crescita della società. In alcuni casi sono rimasti gli stessi, in altri la vita ha portato a cambiamenti e a prendere strade diverse, ma quel sogno di costruire un modo nuovo di fare sport e di gestire una società sportiva è rimasto. A cominciare da quella voglia di fare le cose insieme, partita da persone che innanzitutto erano amici appassionati dello stesso sport. Parliamo di Maurizio Prosperi, storico e attuale presidente del sodalizio, così come di Fiorenzo Bonanni, figura carismatica per lo Sport di Lariano prematuramente scomparso nel 2005, e della moglie Stefania Bilei. Poi Maria Grazia Catese,  Claudio Gratta e Nicoletta Cossalter, Carlo Santini, Alberto Cagioli, Mino Pinto e Maurizio Gandolfi. Questi i nomi dei 10 soci fondatori, sebbene molti altri andrebbero scritti per il sostegno che non hanno mai fatto mancare alla società, sia sul campo sia fuori.

La società gialloblu è diventata ormai un punto di riferimento anche a livello regionale, collaborando e proponendo un’idea di basket, ma anche di gestione delle squadre e degli atleti, molto diversa dai campanilismi del passato. In particolare va sottolineata la capacità della Virtus di inserirsi nel tessuto scolastico, proponendo attività didattiche che hanno conquistato studenti e insegnanti, riconfermando la volontà del sodalizio di rimanere concentrato sull’importanza dello sport a livello giovanile prima che professionistico. Una data da ricordare quindi quella del 25 febbraio 2006, che sarà accompagnata nei mesi futuri da eventi e appuntamenti che possano ricordare gli enormi sforzi fatti fin qui e lanciare verso il futuro questo sodalizio nelle mille difficoltà che deve affrontare lo sport dilettantistico in Italia tra mancanza di strutture, costi esorbitanti e scarso sostegno da parte delle istituzioni.