logo-lega-nazionale
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su YouTube Seguici su Instagram

La Virtus si arrende all’overtime; Latina ha la meglio 93-91

Inserita domenica 12 febbraio 2017

Arriva il terzo stop consecutivo per la Unicusano Virtus Roma che a Latina contro la Benacquista cede il passo 93-91 dopo un tempo supplementare. Roma ha comandato il gioco nel primo tempo, subendo poi la rimonta dei padroni di casa nella ripresa. Non bastano i 25 punti di Brown e Sandri che hanno provato a trascinare una squadra che doveva fare i conti con le assenze di Benetti, Chessa e un Baldasso recuperato in extremis. A condannare la Virtus un canestro di DeShields a meno di un secondo dalla sirena.

 

La Virtus Roma entra in campo determinata e molto concentrata, non si fa spaventare dall’inizio (5-0) dei padroni di casa, e risponde con un parziale di 0-8 che la mette al comando della gara grazie a un efficace contropiede figlio di una ottima difesa sia individuale che a zona. A spiccare nel bel quarto di Roma ci sono i 10 punti di Sandri che risponde a Poletti (9). L’ottimo ingresso di Baldasso in partita porta 5 punti che consentono a Roma di chiudere il primo quarto avanti 12-23. Anche il secondo periodo vede un parziale (7-0) di Latina in apertura, ma ancora una volta gli uomini di coach Corbani non si scompongono e anzi rispondono a loro volta con un 0-9 che li riporta avanti in doppia cifra (19-32) poco prima la metà del quarto.  La Benacquista trova 8 punti di Arledge ma continua a soffrire contro la difesa virtussina e non riesce a trovare continuità offensiva. Questa volta a portare impatto dalla panchina per Roma è Landi  (7 rimbalzi nel primo tempo) che con 5 punti porta il massimo vantaggio degli ospiti sul 25-39 dell’intervallo.

Di ritorno dagli spogliatoi, il secondo tempo vede la solita partenza forte degli uomini di Gramenzi (7-2), ma questa volta la Virtus non riesce a rispondere come nei primi due quarti. Latina alza notevolmente l’intensità difensiva rispetto al primo tempo, rendendo più difficile a Raffa e compagni la gestione dell’attacco. Poletti con 11 punti guida la rimonta dei pontini, che aumentano le percentuali anche dall’arco (due triple per Pastore) e riescono a produrre un quarto da 28 punti che permette loro di trovare il sorpasso (53-52) a 30” dalla fine del periodo, prima dei due tiri liberi finali di Baldasso per il 53-54 di fine quarto. Roma però non ci sta: inizia gli ultimi dieci nui con un 2-9 frutto di tre triple che le fanno ritrovare ritmo e fiducia anche in difesa. La Benacquista continua però ad avere un super Pastore dai tre punti che le permette di rimanere incollata alla partita nonostante la difesa di Roma si sia ritrovata. A ritrovarsi  sono anche Raffa (9 punti nel quarto) e Brown (8) che costruiscono il 67-76 a 2’ dalla fine entrando tre volte nel cuore dell’area di Latina. Qualche palla persa frutto di decisioni arbitrali sulle quali Roma recrimina, permette ai padroni di casa di riavvicinarsi e l’ennesima tripla di Pastore (9 punti nel quarto) fa trovare loro l’80-80 a 11” dalla fine. Il seguente errore di Raffa porta le squadre all’overtime. Roma parte forte nel supplementare con 5 punti di Sandri che la portano avanti 82-87, ancora una volta però sono gli errori nei tiri liberi dall’attacco virtussino a consentire agli uomini di Gramenzi di rientrare a contatto e portare punto a punto l’ultimo minuto. A decidere la partita è un canestro di DeShields a meno di un secondo dalla fine, al quale risponde una tripla di Baldasso dall’angolo che gira sul ferro e esce sancendo così il 93-91 finale.

La Virtus sarà in trasferta anche domenica prossima sul campo di Agropoli.

 

Questo il commento di coach Fabio Corbani al termine del match: «Complimenti a Latina per la vittoria, è stata una bella partita di pallacanestro con una bella cornice di pubblico. Nelle condizioni in cui siamo abbiamo fatto un’eccellente partita, non avremmo rubato nulla in caso di vittoria. Ciò detto, io credo che questo sia un gioco nel quale tutti vogliamo divertirci ma che allo stesso tempo prendiamo tutti sul serio: negli ultimi 2’ del tempo regolamentare Latina giustamente ha cercato di fare fallo, cercando di mandarci in lunetta; non mi è chiaro quindi se per deconcentrazione finale degli arbitri, se per emotività o per confusione tecnica, non si fischiavano falli dopo due, tre contatti. Dopo tre tentativi di fallo è più facile perdere equilibrio e commettere qualche infrazione; la squadra sotto nel punteggio cercava fallo e il fallo non veniva fischiato. Mentre Roma che non aveva interesse nel fare fallo, si è ritrovata sanzionati diversi falli al primo contatto più veniale. Questo negli ultimi 2’. C’è da riflettere: è una casistica impostante, non relativa solo a questa partita, che dobbiamo cercare di chiarire».

 

 

 

 

 

 

 

Benacquista Latina – Unicusano Virtus Roma 93-91 (12-23; 25-39; 53-54; 80-80)

Benacquista Latina: Arledge 13, Passera 2, Mathlouthi ne, Poletti 25, Ambrosin ne, DeShields 22, Uglietti 7, Allodi 4, Pastore 20, Di Ianni ne, Di Prospero ne.

Unicusano Virtus Roma: Brown 25, Raffa 18, Piccolo ne, Lentini ne, Maresca 2, Sandri 25, Baldasso 13, Landi 8, Vedovato, Di Simone ne.