logo-lega-nazionale
Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su YouTube Seguici su Instagram

A Scafati vince la Givova 109-98 ma la Virtus si qualifica ugualmente ai playoff

Inserita domenica 9 aprile 2017

Arriva una sconfitta per la Unicusano Virtus Roma che cede il passo alla Givova Scafati per 109-98 nell’ennesima partita a punteggio altissimo della propria stagione, ma i capitolini possono comunque lasciare il PalaMangano con la qualificazione matematica ai playoff grazie ai risultati dagli altri campi e allo scontro diretto tra Latina e Treviglio della prossima giornata. Gli uomini di coach Corbani non sono riusciti a far fronte alla grande giornata di Jackson (34) e Fantoni (29) che hanno aiutato i padroni di casa a spezzare la partita nell’ultimo quarto che ha visto Scafati produrre 34 punti. A due giornate dal termine della regular season la Virtus si trova a pari merito con Agrigento a quota 32 al quarto posto, ma i siciliani hanno il vantaggio negli scontri diretti.

 

Decisamente positivo l’inizio di gara della Virtus, che fa girare bene la palla mettendo in mostra un attacco ben distribuito che le dà il 3-8 dopo tre minuti. Darryl Jackson però mette in chiaro le proprie intenzioni con 10 punti che ispirano il parziale di 12-0 dei padroni di casa che si portano sul 15-8 poco dopo la metà del quarto. Roma è piuttosto fallosa difensivamente e manda presto in bonus gli avversari, ma Maresca (7 nel periodo) e Baldasso hanno ottimo impatto dalla panchina su entrambi i lati del campo e riportano avanti gli ospiti sul 20-22 prima della tripla sulla sirena del solito Jackson (15) che dà a Scafati il 23-22 di fine quarto. Gli uomini di coach Corbani non si scompongono e iniziano forte il secondo periodo, dopo poco più di un minuto firmano un parziale di 0-9 che consegna loro il 29-34 con 6’ da giocare nel primo tempo. Ancora una volta, però, è Jackson (23 nei primi 20’) a mettere i bastoni tra le ruote di Roma e con altri 6 punti guida un parziale di 16-4 che porta i campani sul massimo vantaggio 45-38 a poco più di due minuti dalla fine di primo tempo, nel quale gli uomini di Perdichizzi avranno tirato 7/13 dalla lunga distanza. Ancora Maresca e Brown (12 per entrambi all’intervallo) tengono in gara la Virtus che con un canestro di Baldasso allo scadere chiude il primo tempo sotto 50-47.

Raffa e Brown iniziano forte tornando dagli spogliatoi, ma la Givova risponde canestro su canestro, e anzi è il solito Jackson con altri 6 punti a fare da protagonista nel parziale di 11-0 che consegna a Perdichizzi il massimo vantaggio sul 69-58 poco dopo la metà del terzo quarto. La Virtus però trova le forze per reagire: nonostante un quarto da 11 punti di Fantoni, infatti, coach Corbani ordina una zona che mette in difficoltà i padroni di casa e forte di un Brown da altri 12 punti, Roma riesce a rientrare in partita chiudendo il terzo parziale 75-74. L’Unicusano non riesce però a portare il momento positivo anche nell’ultimo quarto: nei primi tre minuti del quarto periodo, infatti, Roma non riesce a fare canestro e sembra anche mancare di energia quando concede a Fantoni altri 8 punti sotto canestro. Con sei minuti da giocare i campani si ritrovano così avanti 84-76, ma un rush offensivo di Raffa (9 negli ultimi 10’) riporta gli uomini di Corbani a contatto, aiutato dal solito Brown. Si entra negli ultimi 2’ di match con i padroni di casa avanti 99-95 quando una tripla di Naimy spezza definitivamente l’inerzia dell’incontro portandolo dalla parte di Scafati, che sancisce la propria vittoria con un’altra tripla, questa volta di Santiangeli, nell’azione seguente. Finisce 109-98.

La Virtus tornerà in campo sabato 15 aprile alle ore 17.00 al Palazzetto dello Sport dove ospiterà la FMC Ferentino che oggi ha festeggiato la salvezza matematica con il successo 86-56 su Agropoli.

 

Questo il commento di coach Fabio Corbani in conferenza stampa: «Complimenti a Scafati, hanno condotto la partita per la maggior parte del tempo. È stata anche una bella partita come mi auguravo, credo il pubblico si sia divertito vista la quantità in campo di uomini dal grande talento offensivo e dalla grande capacità di giocare la palla, come dimostrato dagli ultimi 2’ di partita di Scafati dove Naimy, Jackson e Santiangeli hanno segnato ma anche distribuito molto bene la palla. Per noi è uno step, come ho detto alla squadra, i playoff dovremo affrontarli con più maturità. Oggi non siamo una squadra da playoff, sicuramente lo diventeremo, ma in queste ultime gare di campionato dobbiamo migliorare nel controllo delle emozioni, del ritmo, capire dove sono le difficoltà degli avversari e non mostrare le nostre. Oggi l’arbitraggio è stato molto buono. Per noi da sottolineare anche la crescita di Vedovato, anche se magari i suoi progressi non sono sottolineati dalle cifre, e di Baldasso che sta migliorando nella gestione del gioco».

 

 

 

 

 

Givova Scafati – Unicusano Virtus Roma 109-98 (23-22; 50-47;75-74)

Givova Scafati: Dobbins ne, Di Palma ne, Crow 10, Izzo, Lupusor 6, Fantoni 29, Naimy 11, Ammannato 7, Jackson 34, Santiangeli 12.

Unicusano Virtus Roma: Brown 31, Raffa 22, Piccolo, Lentini ne, Maresca 16, Chessa 3, Sandri 6, Baldasso 10, Landi 8, Vedovato 2.